La moda ai tempi dei social

Ragazze mie la realtà ci sta sfuggendo di mano. E ve lo dice una che va in giro con le scarpe diverse con tanto di marchio Chanel (che se si sporcano piangerò almeno per 6 o 7 mesi di fila). La realtà è quella che viviamo tutti i giorni, quella fatta di volti reali, quella delle smorfie in auto per un parcheggio rubato o della corsa con le buste della spesa sotto il braccio ed un figlio per mano.

Il social è un’altra cosa. La mattina il caffè da bere, caldo, freddo o al bar non è fatto da una tazzina che vola in aria, l’auto la dovete guidare con le mani e con i piedi, non esistono (almeno per ora) quelle guidate con il pensiero, i figli vanno vestiti, puliti, alcune volte legati e portati mano nella mano da qualche parte, a scuola bisogna andarci vestite per stare sedute almeno la gran parte delle ore, al lavoro bisogna indossare qualcosa di consono. E potrei andare avanti per ora.

Perchè la moda, è inutile nascondersi dietro a false maschere, piace a tutte. Adoriamo il capo firmato, quella maglia che ci fa sembrare delle fighe da pura, quelle scarpe che ha indossato quella in tv. Ed io vi capisco, ma c’è un tempo ed un luogo per tutto.

Sui social possiamo indossare ciò che ci piace, quando ci piace, all’ora che ci piace. E nessuno vi dirà mai nulla, nemmeno se a Dicembre vi fate una foto in costume in piscina mostrando gran parte del vostro corpo abbronzato. Ma nella realtà vi rinchiudo in psichiatria.

No, non sono bigotta, ma è la dura legge della moda, ed anche del buonsenso.

Vi faccio un breve esempio. Ieri sera sono andata a cena al Giapponese (chi mi conosce sa bene che da quando ha aperto qui passo più tempo dentro questo ristorante che a casa mia), si mangia sushi e cucina pseudo giapponese finchè non spiri l’ultimo respiro. Il prezzo è medio basso, ma è accogliente con tanto di area giochi riservata ai più piccini.

Entro e davanti all’ingresso, mentre guardava le sue ultime pose su Instagram c’era lei; avrà avuto all’incirca 50 anni (e sono buona), fissava il telefono soddisfatta mentre si immortalava in pose hot. I tacchi altissimi la sorreggevano bene, aveva un bel fisico asciutto, ma il vestito era completamente fuori luogo.

Corto, estremamente corto, scollato tanto che ho notato (e volevo indicarglielo) un neo sul capezzolo che forse era meglio controllare. Giusto per farmi i fatti suoi tanto era nuda… Oltre questo però il vestito aveva sia ai lati del corpo, che sull’addome, che vicino alla zona che nessuno dovrebbe vedere delle trasparenze importanti. Non il ‘vedo non vedo’, ma proprio il nudo.

Ok, hai bel fisico, ok i tuoi gusti sono tuoi e va benissimo, va anche bene che magari stavi uscendo con il tuo fidanzatino e vuoi mettere in tavolo le carte vincenti e sono fatti tuoi, ma tesoro mio l’eccesso nella moda va bene solo sulle passerelle. E qui non ci sono.

Ci sta sfuggendo di mano un po’ il tutto. Sui social ti avrei messo un like, magari vicino al mare a passeggiare mano nella mano, ma in un luogo per le famiglie saresti stata benissimo con un paio di jeans. Perchè l’eccesso, l’ostentazione, l’apparire ad ogni costo, la ricerca del capo indossato da quell’influencer forse ci sta allontanando dalle cose reali e ci sta catapultando in un mondo diverso, costoso e fuori dai luoghi comuni.

Quindi ragazze mie seguite la moda, seguitela sempre, ricercate ciò che per voi è estremamente bello, che vi fa stare bene, che vi farà brillare gli occhi, ma ricordate sempre che c’è un tempo ed un luogo per poterlo indossare… per il resto siate sempre la parte migliore di voi in ogni occasione.

Precedente White o Wild le tendenze della fashion week sono chiare Successivo Cosa bolle in pentola?